Al Castello di Mango si parla di “Renato Ratti, dal Barolo all’Asti senza confini”

renato-ratti_01Sabato 10 Settembre è previsto un incontro ad ingresso libero presso il Castello di Mango in provincia di Cuneo in memoria di Renato Ratti. “Renato Ratti – dal Barolo all’Asti senza confini”, questo il titolo dell’evento organizzato in partnership tra la famiglia Ratti ed il Consorzio per la Tutela dell’Asti di cui Ratti fu direttore dal 1976 al 1988. Durante l’incontro, in programma alle 17 verrà proiettato il documentario “Renato Ratti – L’innovatore del Barolo” dei registi Tiziano Gaia e Fabio Muncari. Seguirà un dibattito con la partecipazione di Massimo Martinelli, Piercarlo Grimaldi, Angelo Gaja e Renzo Balbo e la moderazione del giornalista Sergio Miravalle. L’evento sarà anche l’occasione per presentare al pubblico la ristampa aggiornata di un volume scritto da Ratti sull’Asti Docg,. Il nuovo volume contiene tabelle comparative sulle superfici vitate attuali rispetto alle originali del testo, le aziende protagoniste ad oggi e anche i dati sull’andamento del mercato. “Il Consorzio dell’Asti ha deciso la ristampa anastatica del volume che l’allora direttore Renato Ratti nel 1985 mandò alle stampe a sua firma. – dichiara Gianni Marzagalli, Presidente del Consorzio. Una scelta editoriale che si rinnova oggi nel segno della continuità, ma con l’evidente proposito di sottolineare la storica validità e la sostanziale attualità dei temi proposti allora da Ratti. Un tecnico ed un uomo che seppe conquistarsi rispetto e stima”.

Il Castello di Mango è sanche ede dell’Enoteca Regionale Colline del Moscato e rappresenta un punto di riferimento di un territorio che ha scritto la storia del vino italiano e ha regalato i natali a due dei vini dolci più apprezzati nel mondo, l’Asti Spumante Docg e il Moscato d’Asti Docg. L’Enoteca è un centro culturale sede di importanti eventi musicali ed artistici. Sugli scaffali dell’Enoteca è possibile trovare oltre 200 etichetti di 80 produttori che rappresentano il 90% dell”intera produzione della zona.

Per partecipare all’incontro gratuito è necessario prenotarsi al numero 0141-594842.

Commenti

commenti