Chiamatelo Aisgate: due lettere per il trono di Antonello Maietta

Datemi una “R”. E adesso datemi una “I”. Due lettere che cambiano la storia recente dell’Ais, l’Associazione italiana sommelier, alle prese a giugno con un tormentato rinnovo degli organi direttivi.

Due lettere che, presumibilmente, hanno reso (RI)eleggibile per il terzo mandato consecutivo il presidente nazionale Antonello Maietta. Chiamatelo pure “Aisgate“.

I FATTI
Tra le modifiche allo Statuto Sociale Ais approvate dall’Assemblea dei Soci il 28 ottobre 2017, ci sarebbe proprio l’aggiunta di una “R” e di una “I” davanti alle parole “eleggibile per un massimo di due mandati consecutivi”.

Siamo all’articolo 10. Rigo numero 5. Un’aggiunta che renderebbe (almeno a livello interpretativo) il primo mandato di Maietta una pura formalità. Iniziando a sommare le “ri” elezioni dal secondo mandato. Matematicamente: un mandato + 2 (RI)elezioni = 3 mandati totali.

Un alfabeto che cambierebbe le carte in tavola, ma esporrebbe il “mazzo” alle critiche. Un ibrido tra Einstein e un manzoniano Azzecca-garbugli quello a cui avrebbe dato vita la più prestigiosa e potente associazione della sommellerie  d’Italia, per il suo recidivo Promesso Sposo.

Per avvalorare la tesi basta spulciare gli statuti delle delegazioni regionali Ais (con alcune differenze, tuttavia, tra regione e regione). I presidenti dei “collegi” periferici, come recita l’articolo 9, sono “eleggibili per un massimo di due mandati consecutivi”. Senza “ri”.

Per questo motivo, per esempio, Fiorenzo Detti non ha “potuto” ricandidarsi in Lombardia dopo due mandati, cedendo il posto (non senza polemiche, tutt’attorno) al delfino annunciato, Hosam Eldin Abou Eleyoun, uscente da Milano. Perché il presidente nazionale Ais può essere rieletto tre volte e i regionali no?

Una domanda che abbiamo girato nella tarda serata di ieri allo stesso Antonello Maietta e al suo ufficio stampa. Oltre a questa domanda, abbiamo chiesto ad Ais quali siano state le modifiche allo Statuto approvate dall’Assemblea dei Soci il 28 ottobre 2017, dal momento che le versioni precedenti non sono più consultabili sul web.

I SOCIAL
Se a livello formale (ovvero mediante un ricorso) nessuno si è fino ad ora opposto alla terza rielezione di Maietta, qualcun altro, sui social, ha provato – nemmeno troppo timidamente – a far notare l’apparente incongruenza.

“Ma il presidente non è rieleggibile per due mandati? Ora siamo al terzo”, scrive un temerario piemontese sulla bacheca Facebook di Maietta, il 23 giungo, nel commentare la nuova foto di profilo del triple president.

La risposta del massimo dirigente Ais dice tutto e dice niente: “C’è una deroga per quelli che hanno sempre il sorriso sulle labbra “. E allora tutti a comprare i pop corn al supermercato. Per godersi l’Aisgate. Comodi. Sul divano. Scrunch, scrunch…


Qui la replica del presidente Ais, Antonello Maietta:

https://wp.me/p7zTxF-4Vr

Questo slideshow richiede JavaScript.

Profilo autore

Davide Bortone
Davide Bortoned.bortone@vinialsupermercato.it
Nato con la penna in mano, poi c'è finito pure un calice. Cronista di nera convertito al nettare di Bacco, oggi dirigo #vinialsuper. Segno Vergine allergico alle ingiustizie, innamorato delle "cause perse", vivo l'Informazione come una missione di vita. E anche per questo ci bevo su!

Commenti

commenti