Etna Rosso Dop 2014 Femina, Cantine Patria

3.5 Stars (3,5 / 5) Se fino a qualche anno fa la Sicilia era famosa soprattutto per Nero d’Avola, Marsala e Zibibbo, negli ultimi anni il mosaico delle sue denominazioni ha varcato i confini regionali e nazionali, creando grande fermento nell’ambiente dei winelover.

Livelli di qualità in crescita costante per un territorio “vulcanico” da diversi punti di vista. Vulcanico, come la zona dalla quale arriva il vino oggi sotto la nostra lente di ingrandimento: Etna Rosso Dop 2014 Femina delle Cantine Patria.

LA DEGUSTAZIONE
L’Etna Rosso Dop 2014 Femina delle Cantine Patria è una tipica espressione di questa denominazione. Rosso rubino scarico nel bicchiere è a lungo “monocorde”, sovrastato da una nota alcolica decisa. Poi, col lasciar passare del tempo evolve in un sentiero di bosco cupo, tra note terrose, hummus e fragoline di bosco.

Al palato è un vino caldo e corposo.  Pur essendo ammorbidito dal passaggio in legno che dona anche speziature dolci  è un testa testa continuo con l’alcolicità. La terra vulcanica gli dona una buona freschezza e una sapidità che accompagna il sorso lungo. Non “piacione” l’Etna Rosso Dop Femina è da aprire anticipatamente e si accosta a tutti i tipi di carne o formaggi stagionati.

LA VINIFICAZIONE
Blend di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio prodotti nella zona dell’Etna nord, in una superficie di 50 ettari ad un’altezza di circa 800 mt s.l.m. L’età dei vigneti va dai 5 ai 30 anni. La vendemmia viene effettuata tra Ottobre e Novembre. La vinificazione avviene con macerazione in bacca di durata di 30 giorni in acciaio.

La fermentazione dura 12 giorni. L’affinamento avviene in botte di legno Rovere di Slavonia per 12 mesi  quindi segue oltre un anno di affinamento in bottiglia. Cantine Patria prende il nome dall’omonima contrada di Monreale in cui la familglia  Di Miceli acquistò un feudo nel 1950. La proprietà ad oggi dispone di 250 ettari allevati a spalliera con  potatura a cordone.

Prezzo: 5,99 euro
Acquistato presso: Bennet

Profilo autore

Viviana Borriello
Viviana Borriellov.borriello@vinialsupermercato.it
Enoturista per passione, i souvenir dei miei viaggi sono sempre stati bottiglie di vino. Così divento sommelier. Ma si impara di più chiacchierando con i produttori in cantina e presidiando le degustazioni. Se non sono in viaggio, mi trovate a curiosare nella corsia dei vini di qualche supermercato

Commenti

commenti