Irpinia Aglianico Doc 2016 Rubrato, Feudi di San Gregorio

(4,5 / 5) Il Rubrato di Feudi di San Gregorio, ovvero una delle etichette di vino della Campania dal miglior rapporto qualità prezzo, al supermercato. Sotto l’esame di vinialsuper la vendemmia 2016 di un vino concepito per esprimere le qualità dell’Aglianico irpino, nelle sue espressioni giovanili.

LA DEGUSTAZIONE
Rubrato si presenta nel calice di un rosso rubino intenso, carico e poco trasparente. Al naso dominano le note fruttate di sottobosco, tra cui spicca la mora. Ma il vino cambia nel calice. E con l’ossigenazione si apre, regalando anche sentori di liquirizia e richiami balsamici.

Gli stessi che è possibile avvertire al palato, corrispondente alle note già avvertite all’olfatto. La beva è semplice, ma non esile: l’Aglianico Rubrato riempie la bocca col morbido calore delle note fruttate, sorrette da un’acidità che invoglia il sorso successivo. Chiusura con richiami vagamente speziati e vegetali, di buona persistenza.

Un vino rosso campano che si adatta alla perfezione alle carni in arrosto, ma che può accompagnare benissimo anche primi come la parmigiana, paste con abbonanti ragù e ricette della Campania come il sartù di riso (una sorta di timballo, molto saporito).

LA VINIFICAZIONE
Per Rubrato di Feudi di San Gregorio, come anticipato, vengono utilizzate uve Aglianico in purezza. Siamo nel cuore dell’Irpinia, dove tra l’altro ha sede la nota cantina, in località Cerza Grossa a Sorbo Serpico, provincia di Avellino.

Fermentazione alcolica e macerazione avvengono in serbatoi di acciaio, per circa 2-3 settimane. Rubrato matura per 10 mesi in acciaio. Feudi di San Gregorio attende ulteriori 6 mesi prima di immetterlo sul commercio, in modo tale che il vino affini ulteriormente in bottiglia.

Prezzo: 8,49 euro
Acquistato presso: Carrefour

Profilo autore

Davide Bortone
Davide Bortoned.bortone@vinialsupermercato.it
Nato con la penna in mano, poi c'è finito pure un calice. Cronista di nera convertito al nettare di Bacco, oggi dirigo #vinialsuper. Segno Vergine allergico alle ingiustizie, innamorato delle "cause perse", vivo l'informazione come una missione di vita. E anche per questo ci bevo su

Commenti

commenti