Leffe Royale Mount Hood

Un packaging davvero ben riuscito per la Leffe Royale Mount Hood, color bianco opaco con disegnati il luppolo Mount Hood (tipico dell’Oregon, con cui è prodotta) e fiocchi di neve. Anche quest’anno Leffe presenta la sua “Winter Beer”, una birra stagionale invernale nella scia delle cosiddette “birre di Natale”.

LA DEGUSTAZIONE
Di color mogano intenso e sormontata da un cappello di schiuma bianca densa e persistente la Mount Hood invita ad un immediato assaggio già dal suo aspetto.

Buona intensità al naso con note speziate ed erbacee tipiche della varietà di luppolo. Salvia, timo e chiodi di garofano che cedono il passo ad una nota floreale e ad una leggera dolcezza di caramello.

In bocca dimostra di avere corpo, ma non risulta densa e pastosa come molte birre invernali,  bensì piacevolmente scorrevole e beverina. I 7,5% di gradazione offrono una gradevole sensazione di calore senza sembrare eccessivi. Il sorso apre su sapori fruttati per evolversi rapidamente verso spezie e frutta secca. Buona la persistenza, su note fresche d’agrume e mentuccia.

Un birra che in tavola non disdegna di accompagnare piatti a base di carne di maiale o preparazioni di manzo e verdure.

LA STORIA DI LEFFE
Nel 1152 venne fondata l’abbazia di Notre Dame de Leffe a Leffe (oggi quartiere di Dinant in Vallonia), ma la produzione della birra iniziò solo nel 1240 per poter disporre di una bevanda sana in un periodo di continue e pericolose epidemie. Fra periodi di crescita e periodi di buio l’abbazia continuò la sua produzione fino alla rivoluzione francese, durante la quale il birrificio venne distrutto.

La produzione di birra ripartì solo nel 1952 grazie alla collaborazione con un birrificio di Bruxelles successivamente acquisito dalla multinazionale AB InBev (leader mondiale della produzione di birra).

Le birre di Leffe oggi non sono più prodotte nel monastero, ciò nonostante mantengono salda la loro precisa identità.

Prezzo: 5.90 euro (75cl)
Luogo d’acquisto: Tigros

Profilo autore

Giacomo Merlotti
Giacomo Merlottig.merlotti@vinialsupermercato.it
Ingegnere per formazione, manager per professione, sommelier per passione. Un amore ardente per il whisk(e)y che fluisce attraverso birra e vino. Grande curiosità e voglia di conoscere, che si traduce in voglia di condividere. Perché condividere la cultura arricchisce tanto chi riceve quanto chi dona. Slàinte!

Commenti

commenti