Novità alla Cantina Coppola: è nato “14/89 Food Pop”

Inaugurato ieri sera con un party esclusivo “14/89 Food Pop”, microcosmo metropolitano che nasce a Gallipoli, nella storica sede di Cantina Coppola 1489 in via Lecce 173; significativa la presenza al taglio del nastro del prefetto Claudio Palomba, del vice prefetto Guido Aprea, del sindaco di Gallipoli Stefano Minerva, degli assessori regionali all’industria turistica e culturale Loredana Capone e al welfare Salvatore Ruggeri.

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO
Un progetto ambizioso che mira a raccogliere tutte le sfide del gusto, soddisfare tutti i palati, coniugare la necessità di mettere insieme la cucina pop, autenticamente democratica, e le istanze gourmet di un territorio che in fatto di materie prime di qualità, biodiversità e competenze enogastronomiche non è davverosecondo a nessuno.

14/89 Food Pop apre di fatto la nuova sfida dell’azienda gallipolina: fondere la tradizione e la
competenza enologica e turistica de i Coppola e l’estro creativo di lungo corso dello chef leccese Franco Tornese in un’offerta unica nel territorio.

A fine maggio sarà infatti inaugurata la nuova sede di Cantina Coppola 1489 con l’annesso ristorante “Il vigneto del gusto”. Tre dunque gli avamposti in cui si declina l’offerta gourmet del gruppo. Progettato dall’architetto Cosimo Giungato, su una superficie di 400 metri quadrati, e realizzato interamente da aziende salentine, “14/89 Food Pop”- ricorda nel nome proprio l’anno di nascita di Cantina Coppola; e nel logo, un grappolo d’uva stilizzato, realizzato dall’illustratrice Giulia Tornesello, suggella il legame cibo – vino.

IL NUOVO RISTORANTE
Centocinquanta posti a sedere dentro e altrettanti fuori, aperto tutte le sere (e la domenica a pranzo), il locale, immerso in una grande oasi verde a ridosso del mare, tradisce una chiara
impostazione spagnola, con cotture a vista e possibilità di sedersi anche al bancone per un semplice panino o una pizza – il top del cibo “pop”- ma anche pesce azzurro di Gallipoli, arrosti cotti su carbone vegetale, un cocktail o una birra. Chiarissima la filosofia di fondo: materie prime a chilometro zero, stagionalità e freschezza dei prodotti, cotture brevi e non aggressive, scelta di piatti capaci di raccontare il territorio secondo diverse angolature.

All’interno di “14/89 Food Pop” sono presenti, oltre alla cucina e al forno per le pizze a vista, il bar e l’angolo del mastro birraio, che consentirà la costruzione di percorsi degustativi particolari, in tandem con eventi a tema e serate di musica dal vivo. Protagonisti i vini di Cantina Coppola 1489 che sarà possibile degustare anche al calice con una ricercata proposta di abbinamento cibo vino.

“Con questo progetto la nostra azienda si evolve ancora una volta proiettando il concetto di ospitalità in una dimensione più articolata e completa attraverso la cultura del mangiare e del bere. L’obiettivo aziendale, con l’apertura della nuova moderna cantina e il sodalizio con Franco Tornese nel settore della ristorazione, è quello di qualificare ulteriormente l’offerta enoturistica, già avviata da decenni, e che oggi risponde ad una fetta importante di mercato, costantemente in crescita, e avviare attraverso l’arte della cucina a 360 gradi un’attività di conoscenza e promozione del vino nei luoghi di sua produzione” – ha commentato Giuseppe Coppola.

Profilo autore

Redazione
Redazioneredazione@vinialsupermercato.it
Vinialsupermercato.it, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio (VA) dal 07/2017. Scopo: raccontare il vino al supermercato, aiutando i clienti a districarsi tra qualità e prezzo. Senza disdegnare il resto del mondo del vino: quello che non finisce sugli scaffali della Grande distribuzione organizzata (Gdo).

Per questo la redazione di #vinialsuper degusta anche vini destinati alle enoteche e alla ristorazione. E viaggia molto, per raccontare storie di uomini, di vino e di territori. Non può mancare una rubrica di cucina "pop" e una sezione dedicata a birre e distillati. Vinialsupermercato.it è un progetto giornalistico-culturale con un solo nemico: gli "enofighetti". Buona lettura a tutti. Anche a loro

Commenti

commenti