Torna il WiMu delle famiglie a Barolo

barolo-museo-2Le famiglie ancora una volta protagoniste al WiMu di Barolo. E non potrebbe essere altrimenti in un Museo in cui gli arredi e gli allestimenti multimediali sono un intrattenimento che, raccontando una storia seria come quella del vino, sorprende gli adulti e diverte i bambini.  Domenica 6 novembre, come ogni prima domenica del mese,  torna la visita speciale de “Il WiMu delle famiglie”, con gli antichi saloni del castello Falletti aperti per una visita speciale ideata appositamente per mamme, papà e bambini (dai 6 ai 12 anni circa). I cinque piani del maniero accoglieranno il pubblico più giovane per scoprire insieme con i genitori il moderno e avveniristico museo ideato da François Confino in un’esperienza dinamica e interattiva, in cui imparare qualcosa sulla storia del vino e le tradizioni locali. Senza contare che l’inizio di novembre è proprio il periodo più affascinante per una visita tra le colline di Langa, dove i colori dell’autunno tra i vigneti patrimonio Unesco – dal rosso all’arancione e il giallo – raggiungono l’apice delle loro declinazioni.  L’appuntamento è alle 15.00, quando alcune guide esperte del WiMu – impegnate tutto l’anno nell’attività didattica con i bambini delle scuole – accompagneranno i gruppi a scoprire la storia del vino e del castello di Barolo, in un’originale visita tagliata su misura per i giovanissimi.  Alla fine della visita, ogni famiglia porterà a casa un “pezzo di Museo”, una sorta di ricordo di un luogo speciale.  La durata del tour è di circa un’ora.

Comments

comments