Valdobbiadene Superiore Prosecco Docg 2016 Brut Bosco di Gica, Adami

Il re degli aperitivi.Posto d’onore in qualsiasi carta dei vini, anche in quella dell’osteria più sperduta: il vino tanto amato dagli italiani (e non solo) davvero non può mancare. Un brand, quello del Prosecco che mai come in altre denominazioni oscura i suoi produttori. L’importante è che si beva Prosecco, il resto viene dopo. Condivisibile o meno, il Valdobbiadene Superiore Docg Brut “Bosco di Gica”  prodotto dalla Cantina Adami  non merita di essere “vittima” del suo brand, perchè c’è Prosecco e Prosecco e in questo caso il livello si nota già solo visivamente.

LA DEGUSTAZIONE
Di colore giallo verdolino chiaro, cristallino e molto trasparente il Valdobbiadene Superiore Prosecco Docg Bosco di Giga si presenta con un perlage mediamente fine di lunga persistenza. All’esame olfattivo è intenso, schietto e mediamente fine. Il corredo aromatico che lo accompagna è tra il semplice ed il sottile. Il frutto fa da padrone con sentori di mela e pera giustamente mature, accenni agrumati, delicate note floreali e minerali. Il corpo è leggero come l’alcolicità (11 i gradi di alcol in volume). Al palato si presenta complessivamente rotondo e abboccato.  Come  brut ha un residuo zuccherino di 10gr/l, al limite della scala verso l’extra-dry.  L’acidità e ben integrata. Sufficientemente equilibrato ha sensazioni retrolfattive intense e mediamente fini per un fin di bocca poco persistente, ma coerente col prodotto. Prosecco maturo, apprezzabile particolarmente per la sua cremosità.

Da servire a 6-8 gradi rappresenta un ottimo aperitivo o accompagnamento per antipasti a base di pesce o crostacei. Sul sito dalla Cantina Adami, in barba agli abbinamenti regionali lo consigliano con un piatto di spaghetti cacio e pepe. Il suo prezzo in enoteca o online si aggira intorno ai 10/11 euro.

LA VINIFICAZIONE
Il Valdobbiadene Superiore Prosecco Docg 2016 Brut “Bosco di Gica” è prodotto con un blend di Glera al 95-97% e per il restante Chardonnay. I vigneti dai quali provengono le uve si trovano nei colli dei comuni di Valdobbiadene, Vidor e Farra di Soligo ad una altezza massima di 300 metri s.l.m e sono allevati a doppio capovolto e cappuccina. La vendemmia viene effettuata tra il 20 Settembre e il 10 Ottobre. La vinificazione avviene con pressatura soffice per mezzo di presse pneumatiche. Segue decantazione statica del mosto,  fermentazione a temperatura controllata tra i 17 e i 19 gradi con lieviti selezionati e affinamento di tre mesi in acciaio con sosta sulle fecce. La rifermentazione avviene secondo il metodo charmat in autoclave con stabilizzazione tartarica a freddo, microfiltrazione prima dell’imbottigliamento per separare le cellule dai lieviti del vino.

La storia della famiglia Adami risale ai primi anni venti, grazie all’intuizione di Abele Adami che acquistò un vigneto dal Conte Balbi Valier. Adriano Adami ha portato dagli anni ottanta gli anni l’azienda ad una produzione di circa 750.000 bottiglie con uve provenienti da circa 50 ettari di vigneto, 12 dei quali a conduzione diretta. Un brand che sta portando nel mondo il Prosecco con una serie di riconoscimenti, non ultimo i due bicchieri Gambero Rosso per questo Prosecco.

 

Profilo autore

Viviana Borriello
Viviana Borriellov.borriello@vinialsupermercato.it
Enoturista per passione, i souvenir dei miei viaggi sono sempre stati bottiglie di vino. Così divento sommelier. Ma si impara di più chiacchierando con i produttori in cantina e presidiando le degustazioni. Se non sono in viaggio, mi trovate a curiosare nella corsia dei vini di qualche supermercato

Commenti

commenti