Vendemmia 2018, niente paura: prezzi uve già fatti dal web. Puglia serbatoio d’Italia

Caldo, freddo, vento e grandinate: levateve. Le. Va. Te. Ve. Il meteo e le sue bizzarrie non spaventano i commercianti d’uva. Le bancarelle del grande mercato del web, di fatto, sono già allestite da settimane. Con tanto di prezzi esposti per la vendemmia 2018. E trattative che manco il souk di Marrakech.

Basta passeggiare su siti web come Kijiji per rendersene conto. La piazza più importante, manco a dirlo, è la Puglia. Che nonostante gli sforzi di tanti produttori resta il vero serbatoio d’Italia, soprattutto nelle annate difficili. Una regione in balia di veri e propri commercianti senza scrupoli, a caccia dell’affare in Toscana, o nel Nord Italia.

“Uva da vino a 60 euro al quintale“, recita il primo annuncio. Si tratta di “Malvasia nera biologica, con possibilità di trasporto”, precisa l’inserzionista Giorgio, un privato di Terlizzi (Bari). Già 979 view per questo thread, pubblicato il 31 luglio.

“Uva da Vino Nero d’Avola Doc, Trebbiano, Inzolia (Ansonica)” è l’offerta di Vincenzo, altro utente privato  che scrive da Palmi, in provincia di Reggio Calabria. “Vendo uva da vino siciliana annata 2018. Potete scegliere tra: Nero d’Avola Doc, Trebbiano e Inzolia (Ansonica). L’uva è prodotta in Provincia di Agrigento”.

“Consegniamo solo uva di qualità, gradazione zuccherina minima 18 max 23. Le uve vengono raccolte in cassette e consegnate in giornata o al massimo il giorno dopo. Consegna a domicilio in Calabria, parte della Sicilia e per grandi quantità anche nel resto d’Italia”, continua Vincenzo.

“Possibilità anche di ritiro direttamente presso il nostro magazzino. Non vi sono limiti, si accettano prenotazioni di qualunque quantità. Previa prenotazione, si vende anche il mosto e il vino prodotto da queste uve”, conclude l’inserzionista che non parla di prezzi.

Gennaro, che si presenta su Kijiji come “azienda” e scrive da Paupisi, in provincia di Benevento, ha invece già le idee chiare sul fronte “cash” per la vendemmia 2018. “Accettiamo prenotazione uva da vino produzione 2018. Potete scegliere tra: Aglianico Dop (uva rossa) al q.le euro 90.00; Falanghina Dop (uva bianca) al q.le euro 90.00; Greco di tufo (bianco) al q.le euro 120.00“.

“Produzione Paupisi provincia di Benevento. Le uve . continua l’inserzionista – vengono raccolte in cassette e consegnate in giornata, al massimo dopo 12 ore. Quantità minima d’acquisto è di 10 q.li. Solo uva di qualità. Gradazione zuccherina minima 18 max 25”.

Anche in questo caso viene garantito il trasporto, con tanto di prezzo. “Per trasporto 150,00 prezzo fisso e obbligatorio per regione Campania. Acconto da versare tramite Pay Pal alla prenotazione, entro e non oltre il 25 agosto”.

Curioso e dettagliato anche l’annuncio di Giuseppe, “utente privato” di Torino. “Da vigneti ultraventennali nella zona del tavoliere delle Puglie, nord barese, offriamo uva da vino a bacca rossa e bianca (Montepulciano d’abruzzo, Lambrusco, Sangiovese, Trebbiano Toscano) di ottima qualità”. Prezzo indicativo: 45 euro al quintale.

“Da oltre 30 anni – precisa l’inserzionista – serviamo privati e aziende vinicole che hanno la passione per il vino e ricercano quei sentori e profumi che solo le nostre uve conservano nel tempo, data dalla caratteristica dei nostri terreni, l’esposizione al sole a la vicinanza del mare”.

“Nonostante il gelo primaverile e le calamità naturali che si stanno riversando su tutto il territorio nazionale, la qualità e l’integrità del prodotto è indiscussa e non ha patito di nessuno dei fenomeni metereologici“.

Seguono note gusto olfattive dei vini che è possibile ottenere in occasione della vendemmia 2018. Poi, altre utili precisazioni per gli acquirenti: “La raccolta avviene scrupolosamente a mano in packing di legno o in plastica, con trasporto a temperatura refrigerata e controllata, in TUTTA (notare il maiuscolo, ndr) Italia ed Estero“.

Il quantitativo minimo richiedibile a Giuseppe è di un pallet (circa 8 quintali). Viene anche offerta la possibilità di visita in azienda e/o ritiro del prodotto direttamente sul ceppo. “Ci troviamo a 10 km dal casello dell’A14 e dell’A16”, si può leggere ancora sull’annuncio. “Per qualsiasi preventivo non esitate a contattarmi!”.

Nella zona di Velletri, più esattamente a Cori (Latina) si può acquistare l’uva Malvasia di Enzo, “utente privato”, a 50 euro al quintale. “Uva da vino bianca zona collinare vicino Velletri. Trattamenti biologici. Raccolta in giornata. Possibilità di consegna a domicilio. Massima serietà”.

Annunci anche da Dogliani, in provincia di Cuneo. Un utente, che giustamente si fa chiamare “Uva da vino”, vende “Uva da vino Dolcetto e Barbera di qualità“, già il 12 luglio. Prezzo? Da trattare in privato. Uva “Bianca rossa e colombana per vin santo prodotta in zona collinare” viene offerta da Fil, utente privato di Pisa.A 60 euro al quintale.

E poi c’è il precoce, che batte tutti sul tempo. Già il 24 giugno, Vincenzo da Velletri propone al mercato del web “Uva da vino nera Montepulciano d’Abruzzo e bianca Malvasia, in zona castelli romani (no Puglia) trattata biologicamente con rame e zolfo (no sistemici). Raccolta e consegnata in giornata, 50 euro al quintale“.

Sul sito specializzato in compravendite Uva e Vino, di cui avevamo parlato anche lo scorso anno per la nostra inchiesta sulla Glera in Sicilia, compaiono altri annunci degni di nota, sempre relativi alla vendemmia 2018.

Dalla Toscana, più esattamente dalla zona dei Colli Fiorentini, il Cabernet Sauvignon Igt 2018 vale 150 euro al quintale. Per il Cabernet Franc della Maremma, sempre Igt, si scende a 130 euro al quintale. Entrambi gli annunci risalgono agli ultimi giorni del mese di luglio.

Sempre dalla Maremma, il Sangiovese viene proposto a 120 euro al quintale da un altro inserzionista. Vale di più il Petit Verdot, piazzato il 26 luglio a 140 euro al quintale. Stessa valutazione per il Vermentino dei Colli Aretini.

Lo Chardonnay bio della zona della Costa degli Etruschi vale invece 130 euro al quintale, così come Riesling e Viognier, sempre biologico, della zona della Costa Toscana. Un altro inserzionista toscano propone invece il Vermentino bio a 300 euro all’ettolitro, il 17 luglio: ma la vendemmia in questione è la 2017.

Indicazioni anche dalla Sicilia, col Merlot a 70 euro al quintale (proposto il 19 giugno) e il Grillo dalla zona di Marsala a 90 euro al quintale: un prezzo indicativo, fissato dall’inserzionista già il 21 maggio.

PUGLIA SERBATOIO D’ITALIA
Selezionando la regione Puglia, sempre sul sito Uva e Vino, si trova l’annuncio più spavaldo, pubblicato il 12 luglio. Riguarda le uve prodotte nella zona di Minervino, offerte a 50 euro al quintale, con ampia disponibilità per la vendemmia 2018.

La sorpresa è nelle note, dove si può leggere testualmente: “Annuncio rivolto ad aziende agricole, cantine e vinificatori toscani. Fino al 19 luglio 2018 siamo in toscana!!! Per chi dovesse contattarci entro questa data, possibilità di bloccare il prezzo di 52 euro franco consegna per ordine minimo di 300 quintali su varietà Sangiovese e Trebbiano toscano”.

“Dopo la strepitosa annata 2017 che ci ha permesso di raccogliere uve con punte di 24° babo – continua l’inserzionista – siamo a ripresentarci ai frequentatori di questo Spettabile Sito, a chi ha avuto il piacere di conoscerci e a chi lo farà in seguito”.

“Le nostre due aziende familiari propongono in vendita 18/20 mila quintali di uva da vino Chardonnay, Merlot, Montepulciano, Sangiovese, Garganega, Trebbiano, Malvasia Bianca e Ciliegiolo allevate in produzione integrata, Sangiovese e Ciliegiolo in biologico, coltivate sulla Murgia Canosino/Minervinese”.

“Garantiamo uve di elevata qualità raccolte esclusivamente a mano in packaging differenti (cassette in legno e plastica a perdere, bins o vasca unica da 150 e 300 quintali) tali da soddisfare grandi e piccole realtà vinicole e mercati ortofrutticoli a prezzi estremamente concorrenziali. Conferma ne dà il duraturo rapporto commerciale con TUTTE le aziende che acquistano uva da noi”.

“Da anni con i nostri prodotti copriamo tutto il territorio nazionale senza alcun problema, con logistica refrigerata, garantendo consegna giornaliera. Siamo pronti a soddisfare qualsiasi richiesta!!! Chiunque volesse saperne di più non esiti a contattarci…”.

“Prezzi e condizioni – conclude l’inserzionista – sono concordati singolarmente in base alla varietà, quantitativo e imballaggio. Il nostro motto ‘chi semina bene prima o poi raccoglie‘. Potremo cogliere l’occasione per raggiungervi, ‘senza alcun impegno’, per una sola stretta di mano”. Serve altro?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Profilo autore

Davide Bortone
Davide Bortoned.bortone@vinialsupermercato.it
Nato con la penna in mano, poi c'è finito pure un calice. Cronista di nera convertito al nettare di Bacco, oggi dirigo #vinialsuper. Segno Vergine allergico alle ingiustizie, innamorato delle "cause perse", vivo l'informazione come una missione di vita. E anche per questo ci bevo su

Commenti

commenti