Bordeaux Abc 2016 Léo de la Gaffelière, Maison Bertrand Revache

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5) Intendiamoci subito. Il Bordeaux Abc 2016 Léo de la Gaffelière di Maison Bertrand Revache e in vendita nei supermercati Auchan internazionali, non è uno di quei vini francesi da strapparsi i capelli.

In compenso, è un vino rosso che tiene bene il piatto in un pranzo informale, senza troppe pretese. Un vino degno del prezzo al quale viene proposto a scaffale ai clienti dell’insegna francese.

LA DEGUSTAZIONE
Il Bordeaux Léo de la Gaffelière 2016 si presenta di un rubino poco trasparente nel calice, dai riflessi granati. Al naso sentori di netti di fiori di viola, rosa e frutta matura: ciliegia e lampone in particolare, ma anche fragola stramatura. Un tocco di vaniglia e liquirizia, su ancor più vaghe memorie di cuoio.

Più frutta che spezie e terziari anche in un palato che non soddisfa appieno per presenza e lunghezza. La frutta matura, densa e “marmellatosa”, non brilla in precisione e gioca, specie nel finale, con ricordi di cioccolata fusa. Alcol, in compenso, ben integrato e per nulla disturbante.

Un vino da consumare nei primi anni di vita, per godere al massimo di una struttura, di un corpo e di una freschezza che man, mano vanno scemando.

LA CANTINA
Léo de la Gaffelière ha deciso nel 1999 di intraprendere la strada della viticoltura a Bordeaux fondando Maison Bertrand Revache, di comune accordo con il Léo de Malet Roquefort e il figlio Alexandre.

Da allora si pone come obiettivo quello di rappresentare il terroir locale, con due linee di prodotto: la prima, di cui fa parte il Bordeaux in degustazione, è riservata ai supermercati come Auchan; la seconda è invece dedicata alla ristorazione, alle enoteche e all’hotellerie, ovvero all’Horeca.

Prezzo: 5,99
Acquistabile presso: Auchan (internazionali)

Profilo autore

Davide Bortone
Davide Bortone
Nato con la penna in mano, poi c’è finito pure un calice. Cronista di nera convertito al nettare di Bacco, nel mondo dell’informazione da oltre 15 anni, tra carta stampata e online, dirigo oggi Vinialsuper.it e WineMag.it. Segno Vergine allergico alle ingiustizie, innamorato delle cause perse e del blind tasting, vivo il mestiere come una missione e una delle più alte forme di altruismo. Edito con cadenza annuale la guida ai migliori vini Gdo, in collaborazione con la redazione.