Covid-19, Cantina Bolzano: “Grazie alla Gdo evitato un possibile crollo totale”

“È stata un’ancora stabilizzatrice nella vendita dei nostri vini di qualità, che ci ha permesso di evitare un possibile crollo totale“. Queste le parole con cui l’amministratore delegato di Cantina Bolzano, Klaus Sparer, rimarca l’importanza del canale Gdo per la cooperativa dell’Alto Adige. La “diversificazione” torna ancora una volta al centro delle politiche commerciali delle cantine, per affrontare il periodo post Covid-19.

“Molte strade possono portare alla stessa destinazione – sottolinea Sparer – e questo è particolarmente vero nell’attuale crisi pandemica in corso, che ha colpito in pieno anche il settore vitivinicolo. Cantina Bolzano già prima dello scoppio della emergenza aveva sviluppato i suoi anticorpi, grazie alla diversificazione in termini di canali di vendita e mercati“.

“Nel corso della pandemia, infatti, il commercio al dettaglio di generi alimentari è diventata la fonte di approvvigionamento più importante, oltre al commercio online, anche per i vini di qualità”, l’Amministratore Delegato di Kellerei Bozen.

Il 45% del fatturato della cooperativa altoatesina deriva infatti dalle vendite al supermercato, pari circa a 1,5 milioni di bottiglie di vini di qualità all’anno in Italia, Austria e Germania. “Nei Paesi di lingua tedesca il nostro focus è sui vini rossi, in Italia sui bianchi”, precisa Sparer.

Oltre alla diversificazione per canale, Cantina Bolzano punta sulla diversificazione dei mercati come ricetta contro la crisi. La Norvegia è l’ultimo mercato conquistato, che porta a 21 i Paesi del mondo in cui la cooperativa effettua l’export.

Una conquista importante quella dei 300 negozi statali della nazione scandinava, che portano il nome “Vinmonopolet“. In Norvegia, i vini e tutte le altre bevande alcoliche con una gradazione alcolica superiore al 4,75% possono essere infatti venduti solo in questi punti vendita.

“Entrare in questo mercato – sottolinea Klaus Sparer – è una grande opportunità non solo per noi come azienda vinicola, ma per tutto l’Alto Adige. Perché, grazie alla presenza dei nostri vini, il nome Alto Adige sarà portato all’attenzione di un nuovo e interessante target turistico. In questo senso, i nostri vini possono essere visti come ambasciatori del territorio”.

Profilo autore

Redazione Vinialsuper
Redazione Vinialsuperredazione@vinialsupermercato.it
Testata giornalistica registrata in Tribunale dal 18 luglio 2017, vinialsupermercato.it è stata fondata a metà del 2015. Oggi è una delle realtà più giovani e dinamiche dell'informazione enologica in Italia, che ogni anno edita una guida ai migliori vini in vendita al supermercato.

Fa parte del network WineMag Editore che comprende anche WineMag.it, testata giornalistica incentrata invece sulle news del mondo del vino Horeca.

Vinialsuper e WineMag.it prendono spunto da un'idea dell'ex cronista freelance milanese Davide Bortone e raccoglie oggi diversi collaboratori in Italia. Un “giornale del vino al supermercato” che si propone di raccontare le etichette presenti sugli scaffali della Grande distribuzione, consigliando ai lettori le migliori, soprattutto in un'ottica qualità prezzo.

I vini, infatti, vengono valutati da 1 a 5 "cestelli della spesa". L'obiettivo di Vinialsuper è quello di fornire una panoramica completa del vino italiano ai clienti abituali della Grande distribuzione. Stuzzicando al contempo i buyer delle insegne a un continuo rinnovamento e innalzamento qualitativo dell'assortimento proposto a scaffale. Alzare l'asticella, insomma: da una parte e dall'altra dello scontrino.

N. Reg. Stampa 2252/2017 - Busto Arsizio. Direttore responsabile Davide Bortone (El. Speciale Odg Milano - 3553/17). Tutti i diritti riservati WineMag Editore - P.I. 10487810961. redazione@vinialsupermercato.it

Leave a Reply