Dpcm Novembre: centri commerciali chiusi nel weekend dal 2 novembre in Italia

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato alla Camera le nuove misure che saranno ufficiali con l’entrata in vigore del nuovo Dpcm di novembre 2020. A farne le spese anche i centri commerciali, che saranno chiusi nel weekend, nei giorni festivi e prefestivi, salvo alimentari e farmacie.

“Temiamo serva a poco – afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – in Lombardia, la regione più martoriata, i centri commerciali sono chiusi nel weekend già dal 22 ottobre. Non ci pare che finora le serrande abbassate abbiano sortito particolari effetti”.

La soluzione? “Se si tornasse a contingentare in modo serio l’accesso, come si faceva all’inizio della pandemia – sottolinea Dona – forse sarebbe molto più utile, visto che ora le code all’ingresso dei negozi sono quasi sparite”.

“Inoltre c’è il rischio che l’afflusso si sposti dal weekend agli altri giorni della settimana, specie visto che sta arrivando il Natale e certi acquisti, normalmente rinviabili, diventeranno a breve obbligati. Speriamo che prima di allora la pandemia sia di nuovo sotto controllo”, conclude Dona.

“Il sistema ci impone di intervenire in modo più mirato e di restringere e allentare le misure su base territoriale in relazione alle variazioni della soglia di criticità”, ha dichiarato alla Camera il premier Giuseppe Conte, nell’anticipare oggi le nuove misure per fronteggiare l’epidemia da Covid-19.

“Il prossimo Dpcm – ha aggiunto Conte – individuerà tre aree corrispondenti ad altrettanti scenari di rischio. L’inserimento di una regione nelle 3 aree avverrà con ordinanza del ministro della Salute e dipenderà dal coefficiente di rischio“.

Proprio da qui la decisione della chiusura dei centri commerciali su tutto il territorio nazionale, durante i weekend. Chiuderanno anche i musei, non sarà possibile organizzare mostre e sarà ridotta del 50% la capienza dei mezzi pubblici locali.

Profilo autore

Redazione Vinialsuper
Redazione Vinialsuperredazione@vinialsupermercato.it
Testata giornalistica registrata in Tribunale dal 18 luglio 2017, vinialsupermercato.it è stata fondata a metà del 2015. Oggi è una delle realtà più giovani e dinamiche dell'informazione enologica in Italia, che ogni anno edita una guida ai migliori vini in vendita al supermercato.

Fa parte del network WineMag Editore che comprende anche WineMag.it, testata giornalistica incentrata invece sulle news del mondo del vino Horeca.

Vinialsuper e WineMag.it prendono spunto da un'idea dell'ex cronista freelance milanese Davide Bortone e raccoglie oggi diversi collaboratori in Italia. Un “giornale del vino al supermercato” che si propone di raccontare le etichette presenti sugli scaffali della Grande distribuzione, consigliando ai lettori le migliori, soprattutto in un'ottica qualità prezzo.

I vini, infatti, vengono valutati da 1 a 5 "cestelli della spesa". L'obiettivo di Vinialsuper è quello di fornire una panoramica completa del vino italiano ai clienti abituali della Grande distribuzione. Stuzzicando al contempo i buyer delle insegne a un continuo rinnovamento e innalzamento qualitativo dell'assortimento proposto a scaffale. Alzare l'asticella, insomma: da una parte e dall'altra dello scontrino.

N. Reg. Stampa 2252/2017 - Busto Arsizio. Direttore responsabile Davide Bortone (El. Speciale Odg Milano - 3553/17). Tutti i diritti riservati WineMag Editore - P.I. 10487810961. redazione@vinialsupermercato.it