Faxe 10%, Gruppo Ceres

È probabilmente fra quei peccati di gola brassicoli che tutti, anche i più birrafighetti, ogni tanto ci concediamo. Prezzo basso, facile reperibilità, elevato grado alcolico, sapore intenso. È Faxe 10% ad essere oggi sotto la nostra lente di ingrandimento.

LA DEGUSTAZIONE
Strong Lager a bassa fermentazione dall’importante tenore alcolico (10%, che da il nome al prodotto), si presenta di colore giallo dorato carico.

Schiuma bianca e fine, mediamente persistente. Parca al naso con note dolci di malto e frutta gialla, cui segue una bella nota tostata e di frutta secca (nocciola) ed un leggero sentore speziato. Tanto timida al naso quanto potente in bocca.

Al sorso si avverte subito il calore dell’alcool che però in breve lascia il posto ad intense note dolci del manto ed erbacee del luppolo. Lungo il finale mediamente lungo la nota amaricante non prevarica la dolcezza dei cereali.

Birra da bere con semplicità durante una serata in compagnia o da accompagnare ai piatti semplici e saporiti della tradizione mitteleuropea; uno su tutti wurstel alla griglia (coi contorni più disparati).

IL BIRRIFICO
Birrificio danese fondato nel 1901 nella cittadina di Faxe, da cui prese il nome, si limitò ad una produzione per il mercato locale fino a tutti gli anni ’20. Ma è nel secondo dopoguerra che il birrificio vide una grande e costante crescita delle vendite. Oggi Faxe un marchio del gruppo Ceres distribuito in oltre 16 paesi.

Profilo autore

Giacomo Merlotti
Giacomo Merlottig.merlotti@vinialsupermercato.it
Ingegnere per formazione, manager per professione, sommelier per passione. Un amore ardente per il whisk(e)y che fluisce attraverso birra e vino. Grande curiosità e voglia di conoscere, che si traduce in voglia di condividere. Perché condividere la cultura arricchisce tanto chi riceve quanto chi dona. Slàinte!

Commenti

commenti