Gruppo Caviro aderisce allo standard Equalitas per la sostenibilità

Caviro, la più grande cantina d’Italia e prima azienda del paese per volumi di vino prodotti, continua il suo percorso di posizionamento nel mondo della sostenibilità scegliendo di aderire allo standard Equalitas.

Si tratta di uno standard nato in Italia su misura delle aziende vitivinicole e riconosciuto a livello internazionale, perché unisce in un unico strumento la dimensione ambientale, socioeconomica ed alcuni fondamentali valori etici, come il rispetto delle pari opportunità di genere e il rifiuto di ogni discriminazione.

Valoritalia, la più grande società italiana di certificazione nel campo vitivinicolo, ha certificato il percorso di Caviro per ottenere il riconoscimento di Equalitas

“Caviro intende precorrere i tempi in un settore che vive una fase di grande evoluzione per quanto riguarda la richiesta di qualità e sostenibilità. Si tratta di un’operazione che riteniamo fondamentale per accrescere la solidità della nostra filiera e della comunità che ci circonda”, dichiara SimonPietro Felice, Direttore Generale del Gruppo Caviro

Equalitas è una società Standard Owner, che cioè non certifica in proprio bensì accredita Enti di certificazione specialistici per svolgere le necessarie verifiche, in questo caso Valoritalia. Lo standard Equalitas raccoglie le migliori esperienze di ricerca e sviluppo a livello nazionale ed internazionale, le fonde in uno schema di certificazione e fornisce alle imprese un modello efficace e spendibile sul mercato.

“Caviro – afferma Giuseppe Liberatore, Direttore Generale di Valoritalia – ha ottenuto una certificazione di sostenibilità dimostrando di possedere requisiti oggettivi e quantificabili nei tre pilastri su cui si basa lo standard Equalitas. Ha dimostrato un impegno concreto nell’adottare buone pratiche sociali, etiche ed economiche, di aver ridotto il suo impatto ambientale investendo in maniera significativa per il futuro in tecnologie ed economia circolare”.

Lo standard è nato per essere applicato all’intera filiera vitivinicola e pertanto può essere adottato da aziende che producono anche solo le uve, oppure che svolgono tutte le fasi fino alla commercializzazione, o ancora da Cantine sociali e dagli stessi Consorzi di Tutela.

Equalitas prevede, infatti, la possibilità di certificare tre dimensioni produttive: l’impresa (standard di Organizzazione), il prodotto finito (standard di Prodotto) e infine l’intero territorio di una Denominazione di Origine (standard di Territorio).

Profilo autore

Redazione Vinialsuper
Redazione Vinialsuperredazione@vinialsupermercato.it
Testata giornalistica registrata in Tribunale dal 18 luglio 2017, vinialsupermercato.it è stata fondata a metà del 2015. Oggi è una delle realtà più giovani e dinamiche dell'informazione enologica in Italia, che ogni anno edita una guida ai migliori vini in vendita al supermercato.

Fa parte del network WineMag Editore che comprende anche WineMag.it, testata giornalistica incentrata invece sulle news del mondo del vino Horeca.

Vinialsuper e WineMag.it prendono spunto da un'idea dell'ex cronista freelance milanese Davide Bortone e raccoglie oggi diversi collaboratori in Italia. Un “giornale del vino al supermercato” che si propone di raccontare le etichette presenti sugli scaffali della Grande distribuzione, consigliando ai lettori le migliori, soprattutto in un'ottica qualità prezzo.

I vini, infatti, vengono valutati da 1 a 5 "cestelli della spesa". L'obiettivo di Vinialsuper è quello di fornire una panoramica completa del vino italiano ai clienti abituali della Grande distribuzione. Stuzzicando al contempo i buyer delle insegne a un continuo rinnovamento e innalzamento qualitativo dell'assortimento proposto a scaffale. Alzare l'asticella, insomma: da una parte e dall'altra dello scontrino.

N. Reg. Stampa 2252/2017 - Busto Arsizio. Direttore responsabile Davide Bortone (El. Speciale Odg Milano - 3553/17). Tutti i diritti riservati WineMag Editore - P.I. 10487810961. redazione@vinialsupermercato.it