Modena Champagne Experience 2019: appuntamento il 13 e 14 ottobre con 120 maison


MODENA – Sono passati molti secoli dalla sua nascita, ma ognuno di essi è stato necessario affinché fiorisse il mito. È una lunga e avvincente storia quella dello Champagne, che ha coinvolto monaci e nobili, donne e uomini, semplici curiosi e palati sopraffini.

Lo Champagne, oggi, oltre ad essere come sempre un simbolo di eleganza, classe ed eccellenza, rappresenta anche un’esperienza gustativa tra le più fini e ricercate da qualsiasi appassionato e operatore del settore. Un’icona intramontabile attorno alla quale Club Excellence – associazione che riunisce 15 tra i maggiori distributori e importatori italiani di vini d’eccellenza – ha costruito la kermesse Champagne Experience che giunge quest’anno alla sua terza edizione.

Il 13 e 14 ottobre, all’interno di ModenaFiere, saranno presenti oltre 120 Maison e 650 etichette, un’occasione imperdibile per incontrare di persona i produttori, lasciandosi guidare in questo affascinante mondo dalle loro parole e dagli assaggi.

Il successo dello Champagne è confermato anche dai dati di mercato. Il giro di affari complessivo, nel 2018 ha sfiorato i 5 miliardi di euro, di cui quasi 3 sono stati realizzati al di fuori dei confini francesi. L’Italia, con poco più di 158 milioni di euro (+4,2% rispetto all’anno precedente), rappresenta il 6° mercato a livello mondiale in valore.

Preceduta al primo posto dalla Francia e poi da Stati Uniti, Gran Bretagna, Giappone e Germania (fonte dati: Comité Champagne). L’Italia è invece all’ottavo posto se si parla di bottiglie vendute, a riprova del fatto che il mercato nostrano predilige gli Champagne top di gamma delle varie Maison.

“Champagne Experience è cresciuta di anno in anno, con un pubblico di operatori e appassionati che proviene indistintamente da tutta Italia: dalle Isole alle regioni più lontane, non ci sono limiti geografici per chi sa di poter incontrare, in un’unica occasione, un così ampio numero di Maison, con la possibilità di confrontarsi direttamente con chi i vini li produce” commenta Lorenzo Righi, direttore di Club Excellence.

“La kermesse nasce da un’intuizione e si pone prima di tutto un obiettivo didattico: guidare i visitatori attraverso un percorso geografico nelle principali aree produttive dello Champagne: Côte Des Blancs, Vallèe de la Marne, Montagne de Reims, Côte de Bar, e le Maison Classiche“.

“Questa esperienza – continua Righi – permetterà ai clienti e agli appassionati di acquisire una sempre maggiore consapevolezza dell’affascinante mondo dello Champagne, perché da una conoscenza più approfondita può derivare una passione ancora più spiccata. Quest’anno ci attendiamo 4 mila presenze a Modena e stiamo lavorando per rendere l’esperienza ancora più ricca e completa”.

L’elenco completo delle Maison e dei produttori presenti a Modena alla terza edizione di Champagne Experience è disponibile sul sito della Champagne Experience, dal quale sarà possibile accedere alla piattaforma per acquistare il biglietto in prevendita, ad un prezzo ridotto fino al 30 settembre.

Profilo autore

Redazione Vinialsuper
Redazione Vinialsuperredazione@vinialsupermercato.it
Testata giornalistica registrata in Tribunale dal 18 luglio 2017, vinialsupermercato.it è stata fondata a metà del 2015. Oggi è una delle realtà più giovani e dinamiche dell'informazione enologica in Italia.

Fa parte del network WineMag Editore che comprende anche WineMag.it, testata giornalistica incentrata invece sulle news del mondo del vino Horeca.

Vinialsuper e WineMag.it prendono spunto da un'idea dell'ex cronista freelance milanese Davide Bortone e raccoglie oggi diversi collaboratori in Italia. Un “giornale del vino al supermercato” che si propone di raccontare le etichette presenti sugli scaffali della Grande distribuzione, consigliando ai lettori le migliori, soprattutto in un'ottica qualità prezzo.

I vini, infatti, vengono valutati da 1 a 5 "cestelli della spesa". L'obiettivo di Vinialsuper è quello di fornire una panoramica completa del vino italiano ai clienti abituali della Grande distribuzione. Stuzzicando al contempo i buyer delle insegne a un continuo rinnovamento e innalzamento qualitativo dell'assortimento proposto a scaffale. Alzare l'asticella, insomma: da una parte e dall'altra dello scontrino.

N. Reg. Stampa 2252/2017 - Busto Arsizio. Direttore responsabile Davide Bortone (El. Speciale Odg Milano - 3553/17). Tutti i diritti riservati WineMag Editore - P.I. 10487810961. redazione@winemag.it

Commenti

commenti