Primitivo di Manduria Dop 2017 “Notte Rossa”, San Marzano

5 out of 5 stars (5 / 5) Un vino divertente, spensierato, eppure mai banale. Insomma: una certezza assoluta tra le etichette qualità prezzo in vendita al supermercato. E’ il Primitivo di Manduria Dop “Notte Rossa” 2017 di San Marzano Vini.

La cantina tarantina dimostra grande abilità nel portare in un segmento ostico come la Gdo un Primitivo tipico, rispettoso del vitigno e dell’annata, giudicata tra quelle “da scrivere negli annuari agronomici ed enologici”. Il tutto a un prezzo adatto a qualsiasi portafoglio.

LA DEGUSTAZIONE
Nel calice, il Primitivo di Manduria 2017 “Notte Rossa” si presenta con un mantello di colore rubino profondo, impenetrabile, dai bordi e dai riflessi violacei brillanti. Naso di ciliegia matura netta, molto precisa, per nulla sgarbata o di una dolcezza stancante.

Richiami di gelso selvatico, di quelli che si trovano ancora nella campagna pugliese e che è bello trovare carichi di frutti scuri e succosi, d’estate. Tra le morbidezze dosate del naso anche la prugna essiccata e il fico rosso maturo.

Non mancano richiami erbacei delicati che ricordano il fieno e alcune piante della macchia mediterranea, come il rosmarino. Completano il quadro dei vorticosi sbuffi fumè e di cacao. L‘assaggio fa seguito alle ottime impressioni del naso.

Il Primitivo di Manduria 2017 Notte Rossa si mostra più fresco rispetto ad altre annate. Le percezioni fruttate mature, pur nella loro “polposità”, sono composte e in perfetto equilibrio con il resto delle componenti. Ottima, in definitiva, la corrispondenza gusto-olfattiva.

Così come pregevole è la chiusura giustamente salina, che invita al sorso successivo, senza mai stancare. Un rosso potente ma educato e di gran bevibilità, anche grazie all’ottima integrazione organolettica dei 14% vol. di alcol, che in altri vini risultano più evidenti e stordenti.

Un Primitivo di Manduria da assaporare anche da solo, a fine pasto, oppure da godere assieme a un buon libro. Impossibile rinunciare però all’abbinamento con piatti robusti, carni d’agnello, cacciagione con salse
elaborate, formaggi a pasta dura, a una temperatura di servizio compresa tra i 14 e i 18 gradi.

LA VINIFICAZIONE
Uve del vitigno Primitivo in purezza per “Notte Rossa”. Le piante affondano le radici nel Salento, la zona d’elezione della cantina, con una densità d’impianto di 5 mila viti per ettaro.

Siamo a 100 metri sul livello del mare, in un microclima connotato da temperature medie alte e da indici di piovosità particolarmente bassi. I terreni sono a grana medio-argillosa, con profondità abbondantemente sotto il metro.

Le uve, in particolare, vengono vendemmiate nella seconda settimana di settembre dai terreni di proprietà dei soci della cooperativa pugliese. La vinificazione prevede una macerazione di circa 10 giorni a temperatura controllata, con fermentazione alcolica e utilizzo di lieviti selezionati.

L’affinamento avviene in piccole barriques di legni francesi e americani, per una durata complessiva di 5-6 mesi, a discrezione dell’enologo. Il vino viene immesso sul mercato dopo diverse settimane di ulteriore stabilizzazione in bottiglia.

Prezzo: 6,90 euro
Acquistabile presso: Tigros, Iperal, A&O, Famila, Basko, Sigma, Despar, Coop.fi, Coop, Ipercoop, Auchan, Italmark, Tosano, Rossetto, Migros, Poli, Conad, Iperconad, Oasi, Tigre, Supermercati Si, Decò, Pellicano, Futura, Ipefutura, Simply

***DISCALIMER: La recensione di questa etichetta è stata richiesta a Vinialsupermercato.it dall’inserzionista  ma è stata redatta in totale autonomia dalla nostra testata giornalistica, nel rispetto dei lettori e a garanzia dell’imparzialità che caratterizza i nostri giudizi***

Profilo autore

Davide Bortone
Davide Bortoned.bortone@vinialsupermercato.it
Nato con la penna in mano, poi c’è finito pure un calice. Cronista di nera convertito al nettare di Bacco, dirigo Vinialsuper e WineMag.it. Segno Vergine allergico alle ingiustizie, innamorato delle cause perse e del blind tasting, vivo l’Informazione come una missione di vita. Anche per questo ci bevo su. Senza guardare l’etichetta.

Commenti

commenti