Primitivo di Manduria Dop Sangaetano, Cantine Due Palme

4 out of 5 stars (4 / 5) Un vino del Sud, pluripremiato e apprezzato in mezzo mondo per la sua capacità di combinare tannini decisi a una grande morbidezza. E’ il Primitivo di Manduria Dop Sangaetano di Cantine Due Palme: doppia medaglia d’oro in Cina, al China Wine and Spirits Awards 2013, Gran Menzione al Vinitaly 2015, 89 punti attribuiti da Wine Spectator nel 2014 e 88 punti riconosciuti da Monica Larner sulla guida The Wine Advocate di Robert Parker. Non servono presentazioni, insomma, per questa bottiglia la cui qualità è di gran lunga superiore al prezzo di vendita al pubblico in grande distribuzione. Sangaetano Primitivo di Manduria Dop di Cantine Due Palme si presenta nel calice di un rosso impenetrabile, con riflessi violacei. Il naso è complesso, nell’alternarsi di sensazioni olfattive eteree e speziate: si avvertono la viola, la vaniglia, ma anche legno, cuoio, liquirizia, anice stellato. Al palato esalta per la grande morbidezza, che lo rende beffardamente di facile beva per i richiami fruttati di prugna, amarena e mora. I quattordici gradi prendono forma nelle note speziate e in quelle che strizzano l’occhio al periodo di maturazione in legno, capace di conferire corpo e buona struttura alla bottiglia. Un ottimo bicchiere da abbinare ai primi della tradizione pugliese, come la pasta alle cime di rapa, ma anche a secondi saporiti di cacciagione, selvaggina e alla carne alla griglia o alla brace, nonché ai formaggi, purché ben stagionati. La vinificazione del Primitivo di Manduria Dop Sangaetano di Cantine due Palme prevede l’utilizzo di in purezza di uve di Primitivo di Manduria, la cui raccolta avviene nei primi dieci giorni di settembre. Gli acini, una volta diraspati, vengono lasciati a macerare per 14 giorni a una temperatura non superiore ai 20 gradi, completando così la fermentazione alcolica. Sarà poi sversato all’interno di barriques (Allier e Troncais), che ne favoriranno la fermentazione malolattica. Altri 6 mesi di affinamento a contatto col legno e un ulteriore riposo in bottiglia, prima della commercializzazione. Un processo che Cantine Due Palme, Soc. Coop Agricola con sede a Cellino San Marco, in provincia di Brindisi, adotta anche per altri vini prodotti in Puglia, come l’ottimo nonché raro Susumaniello, il vero prodotto di punta della cantina brindisina in commercio al supermercato.

Prezzo pieno: 6,99 euro
Acquistato presso: Il Gigante

Profilo autore

Davide Bortone
Davide Bortone
Nato con la penna in mano, poi c’è finito pure un calice. Cronista di nera convertito al nettare di Bacco, nel mondo dell’informazione da oltre 15 anni, tra carta stampata e online, dirigo oggi Vinialsuper.it e WineMag.it. Segno Vergine allergico alle ingiustizie, innamorato delle cause perse e del blind tasting, vivo il mestiere come una missione e una delle più alte forme di altruismo. Edito con cadenza annuale la guida ai migliori vini Gdo, in collaborazione con la redazione.

Leave a Reply