Rosato Toscana Igt 2017, Santa Cristina

4 out of 5 stars (4 / 5) Equilibrio, versatilità e prezzo accattivante. Sono queste le qualità principali del Rosato Toscana Igt Santa Cristina, cantina di Cortona (Arezzo) legata al gruppo Antinori.

Sebbene il nome Santa Cristina sia legato a un vino prodotto dal 1946, questo rosato è stato imbottigliato per la prima volta nel 2009. Oggi, in virtù dei vitigni da cui nasce (ben quattro: Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah) è un valido rappresentante della Toscana in rosa nella grande distribuzione.

LA DEGUSTAZIONE
Cristallino nel calice e meno scarico di quel che ci si aspetterebbe nelle sue tonalità ramate, ammicca a tratti al cerasuolo. Nella rotazione si dimostra abbastanza consistente, nella media per un vino di questo tipo con un titolo alcolometrico di 12 gradi.

Abbastanza intenso al naso, libera piacevoli profumi di piccoli frutti rossi, di ribes e di ciliegia, con un tocco d’arancia. Piuttosto fresco in bocca, si distingue soprattutto per la moderata sapidità, seguita da un fruttato molto coerente con il ventaglio olfattivo.

La nota alcolica non eccessiva completa un quadro di grande equilibrio. Un rosato versatile il Santa Cristina, che può essere abbinato dall’aperitivo ai secondi. Lo consigliamo con dei filetti di merluzzo gratinati al forno, oppure con dei bocconcini di tonno crudi con olio e pepe.

LA VINIFICAZIONE
All’arrivo in cantina i grappoli vengono diraspati e pressati in maniera soffice. La costante di tutto il processo di lavorazione è il freddo, dai circa 10° per illimpidire il mostro si passa ai 15° al massimo per condurre la fermentazione, infine giù a 10° per la naturale maturazione con il fine di preservarne la fragranza e la freschezza olfattiva.

L’annata 2017 si è distinta per una qualità dell’uva molto alta, con maturazioni perfette che hanno permesso di anticipare tutte le lavorazioni anche di due settimane rispetto alla media. Nel complesso il risultato finale denota una certa cura, quella che si può aspettare da una moderna cantina nata nel 2006 con un gruppo prestigioso alle spalle.

Prezzo: 5,19 euro
Acquistabile presso: Auchan

Profilo autore

Redazione Vinialsuper
Redazione Vinialsuperredazione@vinialsupermercato.it
Testata giornalistica registrata in Tribunale dal 18 luglio 2017, vinialsupermercato.it è stata fondata a metà del 2015. Oggi è una delle realtà più giovani e dinamiche dell'informazione enologica in Italia, che ogni anno edita una guida ai migliori vini in vendita al supermercato.

Fa parte del network WineMag Editore che comprende anche WineMag.it, testata giornalistica incentrata invece sulle news del mondo del vino Horeca.

Vinialsuper e WineMag.it prendono spunto da un'idea dell'ex cronista freelance milanese Davide Bortone e raccoglie oggi diversi collaboratori in Italia. Un “giornale del vino al supermercato” che si propone di raccontare le etichette presenti sugli scaffali della Grande distribuzione, consigliando ai lettori le migliori, soprattutto in un'ottica qualità prezzo.

I vini, infatti, vengono valutati da 1 a 5 "cestelli della spesa". L'obiettivo di Vinialsuper è quello di fornire una panoramica completa del vino italiano ai clienti abituali della Grande distribuzione. Stuzzicando al contempo i buyer delle insegne a un continuo rinnovamento e innalzamento qualitativo dell'assortimento proposto a scaffale. Alzare l'asticella, insomma: da una parte e dall'altra dello scontrino.

N. Reg. Stampa 2252/2017 - Busto Arsizio. Direttore responsabile Davide Bortone (El. Speciale Odg Milano - 3553/17). Tutti i diritti riservati WineMag Editore - P.I. 10487810961. redazione@vinialsupermercato.it

Leave a Reply