Vino Bianco Chardonnay 2018 “Capsula Viola”, Santa Cristina


3.5 out of 5 stars (3,5 / 5) Nasce negli anni Ottanta dall’esigenza di produrre un vino bianco nel Chianti, all’interno del Consorzio del Vino Galestro. Sotto la lente di ingrandimento di Vinialsuper finisce oggi il vino bianco Chardonnay 2018 “Capsula Viola” di Cantine Santa Cristina Spa.

LA DEGUSTAZIONE
Il vino si presenta di un colore tra il bianco carta e il giallo paglierino tenue, con riflessi verdolini. Dimostra subito di essere in bottiglia relativamente da poco tempo. Impronta marcatamente floreale fresca e fruttata al naso: ananas, pesca bianca, banana.

Non mancano accenni agrumati e minerali. In bocca buona corrispondenza. Il sorso è agile e fruttato e la beva piuttosto semplice, anche se non banale. La chiusura minerale impreziosisce il quadro, chiamando il sorso successivo.

Un vino che nasce tra i rossi della Toscana, proprio per essere così: un nettare svagato, senza impegno, eppure capace di conquistare, con la sua semplicità. Perfetto per accompagnare un aperitivo, o a tutto pasto, in occasione di pranzi e o cene non troppo impegnative.

LA VINIFICAZIONE
Come suggeriva il nome stesso del Consorzio del Vino Galestro, che negli anni scorsi dava il nome a “Galestro Capsula Viola“, le viti delle varietà autoctone, nello storico blend con lo Chardonnay (espressione scelta, tra gli altri, proprio dai Marchesi Antinori) affondano le radici in terreni friabili e rocciosi, capace di donare al vino mineralità e freschezza.

Caratteristiche che mantiene ancora oggi il Vino bianco “Capsula Viola” Chardonnay di Santa Cristina. L’uva raccolta è stata diraspata e pressata in modo soffice. Il mosto è stato raffreddato ad una temperatura di 8 °C per favorirne il naturale illimpidimento.

È stato quindi trasferito in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata dove ha avuto luogo la fermentazione alcolica ad una temperatura non superiore a 15 °C; il vino è stato conservato in serbatoi di acciaio inox ad una temperatura di 5 °C, filtrato. Ed in seguito imbottigliato a partire dal mese di gennaio 2019.

La stagione 2018 è stata caratterizzata da un inverno tendenzialmente freddo e lungo, favorendo un ritardo nel ciclo vegetativo recuperato a partire dal germogliamento. Alle precipitazioni frequenti dall’inizio di marzo fino ai primi giorni di luglio è seguito un clima soleggiato fino alla metà di agosto, senza picchi di temperatura eccessivi.

Gli ultimi quindici giorni del mese sono stati caratterizzati da piogge occasionali seguite da belle giornate di sole. La vendemmia è avvenuta a fine agosto, con uve capaci di donare al vino grande equilibrio e freschezza.

Prezzo pieno: 6,90 euro
Acquistabile presso: Esselunga

Profilo autore

Redazione
Redazioneredazione@vinialsupermercato.it
Testata giornalistica registrata in Tribunale dal 18 luglio 2017, vinialsupermercato.it nasce come wine blog a metà del 2015. Oggi è una delle realtà più giovani e dinamiche dell'informazione enologica in Italia.

Prende spunto da un'idea dell'ex cronista freelance milanese Davide Bortone e raccoglie oggi diversi collaboratori in Italia. Il portale si propone di raccontare le etichette presenti sugli scaffali della Grande distribuzione, consigliando ai lettori le migliori, soprattutto in un'ottica qualità prezzo. I vini, infatti, vengono valutati da 1 a 5 "cestelli della spesa".

Ma si va oltre, con un'ampia e aggiornatissima sezione di news e inchieste sul mondo del vino italiano, una rubrica sui distillati, una di cucina e una sezione dedicata ai wine tour: i territori del vino da scoprire, anche fuori dai confini italiani. Fondamentale per la testata è il racconto di eventi e manifestazioni enologiche di nicchia, che vanno ben oltre le etichette di vino reperibili al supermercato.

L'obiettivo di #vinialsuper è quello di fornire una panoramica completa del vino italiano ai clienti abituali della Grande distribuzione. Stuzzicando al contempo i buyer delle insegne a un continuo rinnovamento e innalzamento qualitativo dell'assortimento proposto a scaffale. Alzare l'asticella, insomma: da una parte e dall'altra dello scontrino.

Media voto utenti

Non ci sono ancora voti

Hai assaggiato questo vino? Dagli un voto

Commenti

commenti